Storia

L’Associazione Settebellezze

La Sala Prove Comunale “Prova Microfono” è un servizio fornito dal Comune di Garbagnate Milanese e gestito dall’Associazione Settebellezze, i cui membri sono giovani ragazzi e ragazze che si dedicano alla Sala Prove in qualità di volontari.

La Sala Prove è aperta sin dal 18 marzo 2000, quando un gruppo di giovani musicisti, coordinati dai due animatori sociali della Cooperativa Sociale A77 e in collaborazione con il comune di Garbagnate Milanese, hanno deciso di intraprendere un’esperienza unica di progettazione e di autogestione del servizio sala prove.

I gestori del servizio erano quindi ragazzi e ragazze che suonavano e si alternavano nella gestione/utilizzo delle due sale, garantendo così, ogni anno, a decine di band (più di 100 nel 2008) la possibilità di suonare in posto piacevole a prezzi accessibili. Nel corso degli anni, la passione per la musica e la voglia di creare un posto dove si potesse suonare a prezzi accessibili e dove poter conoscere altri ragazzi e ragazze ha unito diverse band in quest’avventura.

Inizialmente costituita da soli musicisti appartenenti a band del territorio, oggi l’Associazione Settebellezze è formata tanto da musicisti quanto da non musicisti, tutti accomunati dalla passione per la musica in tutti i suoi aspetti e soprattutto dalla voglia di promuovere attività di tipo culturale e di fare qualcosa di utile per la comunità.

Esattamente come allora, il gruppo di gestione dell’Associazione Settebellezze si riunisce ogni due settimane per monitorare il funzionamento del servizio e per progettare e verificare le iniziative esterne. Ogni diversa mansione all’interno di “Prova Microfono” è assegnata a uno o più soci del gruppo di gestione, affinché ognuno possa portare all’interno del gruppo le sue capacità e qualità.

L’Associazione Settebellezze gestisce volontariamente ogni aspetto legato al funzionamento della Sala Prove: dalle riparazioni e acquisto delle strumentazioni alla gestione dei turni di apertura, dalla gestione del sito ai rapporti con il Comune, dagli aspetti burocratici al restyling dell’atrio, dall’organizzazione di concerti e service alla partecipazione attiva ai momenti d’incontro con le altre realtà giovanili del paese.


Riconoscimenti

Il modello di gestione della Sala Prove Comunale Prova Microfono è unico nel suo genere. Il servizio comunale è gestito da un gruppo di volontari, prima informale poi costituito in Associazione Culturale Musicale Settebellezze. I ragazzi e le ragazze dell’Associazione gestiscono in maniera totalmente autonoma un servizio del Comune destinato ad un ampia fascia di utenti, principalmente musicisti.
Ogni anno suonano in Sala prove decine e decine di band (più di 100 nel 2008). Regolato da una convenzione con l’Amministrazione Comunale, il servizio viene gestito tramite contributo (necessario per le spese di riparazione, gestione e acquisti della strumentazione). Gli introiti derivanti dall’acquisto dei buoni e delle tessere per suonare finisco direttamente nelle casse dell’ufficio economato. Questo sistema ha permesso, da ormai più di un decennio, di creare un affiatato rapporto di fiducia e contrattazione con le Amministrazioni Comunali succedutesi.

Per il suo modello di gestione innovativo, il progetto Sala Prove (Musica senza frontiere), fu premiato nel 2002 all’interno del concorso “Cento Progetti” organizzato dal Centro di Formazione Studi del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio. Il concorso premiava i migliori 100 progetti al servizio dei cittadini a livello nazionale. La scheda del progetto fu successivamente inserita nel sito di Buoni Esempi.

Sempre nel 2002, l’allora gruppo di gestione (non ancora costituito in Associazione), coadiuvato dai due animatori della Coop. Soc. A77, scrisse ed inviò un progetto alla Fondazione Cariplo. Nel progetto si prevedeva, da parte del gruppo, l’acquisto della strumentazione necessaria per gestire un service audio-luci, l’organizzazione di un corso per fonici (con l’obiettivo di formare alcuni dei ragazzi del gruppo) e l’organizzazione di un paio di eventi. Il progetto passò e il finanziamento ricevuto si aggirava intorno ai 25.000 euro.

Grazie a quel finanziamento il gruppo riuscì ad intraprendere una nuova strada: quella di gestione di concerti dal punto di vista tecnico e musicale sperimentandosi come fonici non solo per le proprie band ma anche, su richiesta, per iniziative esterne aprendo così un’attività parallela alla gestione della sala prove: il service audio luci Settebellezze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...